Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Secondaria Figino

Grazie ai laboratori del Sabato solidale dello scorso 9 novembre 2019 e ai mercatini di solidarietà di Natale organizzati dagli alunni della scuola secondaria di primo grado di Figino Serenza/Novedrate sono stati raccolti dei fondi destinati alla solidarietà. Gli alunni e i loro genitori hanno pertanto proposto, ascoltando anche il parere dei docenti, di devolvere il ricavato di queste iniziative alla Croce Rossa Italiana, che, in questo periodo buio della nostra storia recente, sta lavorando in maniera impeccabile e senza sosta per poter risolvere l'emergenza sanitaria che affligge l'Italia.

Iniziative di solidarietà come questa sono l'esempio di quello che la scuola insegna che va al di là delle sole nozioni, conoscenze disciplinari e competenze di base. La scuola è sì il luogo dell'apprendimento, ma anche il luogo in cui circolano valori e pensieri. Questa scelta così in linea con i tempi è la dimostrazione che ognuno, pur restando a casa per limitare i contagi, non pensa soltanto al proprio orto, ma va oltre per aiutare chi in questo momento ha davvero bisogno di un gesto di solidarietà.

Ancora lontani dai banchi di scuola gli alunni della secondaria di primo grado di Figino Serenza e Novedrate iniziano a cimentarsi con la didattica a distanza. 

Gli insegnanti stanno lavorando alacremente per coinvolgere quanti più possibili studenti tramite le app di Google Suite for Education come Classroom e Meet affinché la didattica possa proseguire. Le videolezioni si fanno sempre più frequenti e poliedriche. Si trattano diversi argomenti, dall’attualità alla geografia, dalla storia alla Geometria. Si condividono documenti e mappe, schemi e appunti per rendere fruibile a tutti le attività. 
La tecnologia supporta il lavoro di docenti e studenti con i compiti condivisi sul registro elettronico affinché sinpossa tenere il passo è non perdere importanti tessere di questo ben orchestrato mosaico. Ci sono frequenti scambi di email perché la didattica si fa personalizzata e ad ogni studente si dà la giusta attenzione. 
Si registra in questo momento di sospensione delle attività didattiche un enorme traffico di esercizi ed elaborati testuali da un pc all’altro. 
Ogni giorno vengono programmate attività così da tenere sempre attivi i nostri studenti che stanno rispondendo molto bene a queste nuove modalità didattiche.

 

Il 12 e 17 febbraio 2020 alcuni alunni delle classi seconde e prime hanno partecipato ad un’uscita facoltativa sulla neve, ai Piani di Bobbio, confrontandosi con lo sporti invernale più conosciuto, lo sci.
Mercoledì 12 è toccato ai ragazzi di seconda e lunedì 17 a quelli di prima. La fortuna ha voluto che beccassero due belle giornate, non tanto fredde e, sopratutto, senza vento.

Per alcuni alunni è stato grazie alla scuola che hanno potuto approcciarsi a questo sport, diversamente sconosciuto.

Il 27 Gennaio 2020 qui a scuola, abbiamo celebrato la Giornata della Memoria con un progetto che ha coinvolto da protagonisti gli alunni delle classe seconde e successivamente anche le prime e le seconde.

Ad aprire la Giornata con una presentazione generale ci ha pensato il gruppo che si è dedicato alla creazione delle pietre d’inciampo. Attraverso un video di testimonianze e un discorso pronunciato in diretta dagli alunni l'eventoè iniziato anche con la presenza dei figli di Augusto Livio, soldato figinese deportato in un campo di lavoro dall'esercito nazista, che hanno raccontato la storia del loro papà.

Altrigruppi di lavoro si sono occupati di creare prodotti finiti ed happening così da coinvolgere il pubblico attivamente.

Il gruppo di storia ha lavorato alle pietre d'inciampo, selezionando i personaggi a cui dedicare le pietre da interrare nel nostro sentiero che conduce al Giardino dei Giusti accompagnate da esemplari di crocus, il fiore della memoria.

Il gruppo di arte ha realizzato un’installazione con tema le Scarpette rosse. Nelle diverse fasi di lavoro i ragazzi hanno disegnato delle scarpette rosse a piacere, prima di creare un collage con materiale di riciclo. L’infanzia e l’adolescenza sono le età scelte da questo laboratorio per sottolineare la drammaticità dei fatti accaduti e la vicinanza con noi alunni di scuola secondaria di primo grado.

Il gruppo drammatizzazioni ha presentato dei dialoghi e monologhi ispirati alla vita reale di alcuni ebrei. L’interpretazione sottolineava la difficoltà di essere ebrei all’epoca ponendo l’accento sull’aspetto emotivo dei personaggi scelti e delle reazioni del pubblico. Inoltre, un grande ruolo è stato assunto dai gesti, dall’abbigliamento e dall’interazione tra i personaggi.

Un altro laboratorio si è occupato di preparare canti e balli ebraici. La prof. Pappalardo ha suonato alla tastiera un brano che i ragazzi hanno cantato e, nel finale, tutto il pubblico è stato coinvolto creando una coreografia unica.

L’ultimo gruppo ha selezionato alcuni spezzoni di un film sul tema della memoria e della Shoah. In aula magna è avvenuta la proiezione: scene di storia trasportate su pellicola hanno tenuto i ragazzi con gli occhi incollati allo schermo nel massimo silenzio, proprio a sottolineare la solennità di questa giornata.

”Ricordarsi di ricordare” è il nostro messaggio odierno. Perché solo portando avanti la memoria di ciò che é stato possiamo essere cittadini migliori.

 

Venerdì 20 dicembre 2019 sarà l'ultimo giorno di scuola prima delle vacanze natalizie. 
Dopo la prima ora di lezione, gli alunni si raccoglieranno nell'atrio del primo piano per un saluto e gli auguri da parte delle autorità. 

Verrà poi consegnato alle associazioni presenti in occasione del sabato solidale il ricavato del mercatino dello scorso 8 dicembre.


In concomitanza con quarto e quinto modulo gli alunni della scuola, divisi per classi parallele, assisteranno alla vision di un film.

Successivamente si procederà alla tombolata che coinvolgerà tutti in palestra. 

Alle 13,15 verrà offerto un rinfresco a scuola a cui sono invitati i genitori, ci si scambiera gli auguri e tutti insieme saluteremo questo anno, augurandoci un 2020 sempre positivo e di successo. Il momento sarà allietato da canti natalizi intonati dai ragazzi.